fbpx Privacy Policy
Il Parco oggi2019-06-10T14:06:43+02:00

Una location polivalente d’eccellenza

Un progetto vincente

degli architetti Alberto Antioco Loche e Pierpaolo Perra

È tra i progetti vincitori della prima edizione del Premio del Paesaggio della Regione Sardegna. Il recupero delle cave di arenaria dismesse di nella provincia di Oristano, persegue, sul piano culturale, un “riscatto” di questo sito, una riappropriazione e sublimazione dei suoi spazi. Dalla condizione precedente di degrado, di discarica, si passa a quella dell’espressione, attraverso i suoni, lamusica e le arti figurative. Il parco è frutto di una molteplicità di livelli progettuali che s’intersecano, coniugando esigenze solo apparentemente alternative: la tutela dell’ambiente e la eco compatibilità, l’espressione artistica, il rispetto per i processi naturali e l’applicazione di tecnologie sofisticate.

FOOD & BEVERAGE

Durante la stagione estiva di spettacolo, nelle aree esterne del Parco dei Suoni ben 12 gazebo di mt. 3 x 4, appositamente disegnati dagli stessi architetti che hanno progettato il recupero del parco, e quindi in perfetta armonia con l’architettura circostante, ospitano il Villaggio del Gusto, la struttura che nei più importanti appuntamenti integra l’offerta delle due aree di ristoro permanenti del parco.

PARCHEGGI

Due grandi terreni al fianco del Parco dei Suoni possono ospitare fino a 3.000 auto. Le zone più vicine agli ingressi sono riservate ai mezzi di soccorso, alle auto con pass disabili ed al personale.

Un impegno congiunto per un unico obiettivo

Il Parco dei Suoni e delle Arti del Mediterraneo, di proprietà del Comune di Riola Sardo, è stato affidato fino al 2023 all’Associazione Insieme per Riola, vincitrice della gara bandita per la gestione dell’importante struttura.

L’Associazione Insieme per Riola, si è aggiudicata l’appalto grazie alla validità di un progetto che prevede la stretta collaborazione con due delle più importanti e professionali realtà dello spettacolo in Sardegna, Sardegna Concerti e Dromos Festival, assieme alle quali ha dato vita a Rete Sinis.

Rete Sinis ha il compito di gestire buona parte delle attività culturali del parco e di veicolare verso di esso l’attività di altri operatori dello spettacolo anche a livello internazionale.

Il progetto di valorizzazione del Parco dei Suoni è curato dall’associazione culturale Rete Sinis, beneficiaria del contributo Culture Lab della Regione Autonoma della Sardegna , del sostegno della Fondazione di Sardegna e dell’Assessorato del Turismo della Regione Sardegna.

Ora al Parco dei Suoni

Eventi

Allestimenti permanenti

Spazi e disponibilità

Dicembre 7th, 2018|Permanenti|0 Comments

Il Parco dei Suoni è una location di grande fascino dotata di tutti i servizi e gli standard di sicurezza necessari per ospitare concerti, festival ed altre manifestazioni rivolte al grande pubblico. La [...]

Percorsi sonori

Dicembre 7th, 2018|Permanenti|0 Comments

Suoni, silenzi e musiche delle cave. L’architettura si fa qui portatrice di volontà travalicanti le sole specifiche disciplinari. Nel nome stesso attribuito all’area di progetto, ora Parco dei Suoni, si legano infatti almeno due [...]

Esposizioni temporanee

Art Tube – Da Woodstock alla Luna

Luglio 26th, 2019|Temporanee|0 Comments

INGRESSO LIBERO presentano 𝗔𝗥𝗧 𝗧𝗨𝗕𝗘  ᴅᴀ Wᴏᴏᴅsᴛᴏᴄᴋ ᴀʟʟᴀ Lᴜɴᴀ  𝑚𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑎 𝑐𝑢𝑟𝑎 𝑑𝑖 𝑃𝑎𝑜𝑙𝑜 𝐶𝑢𝑟𝑟𝑒𝑙𝑖 𝑒 𝐴𝑛𝑡𝑜𝑛𝑖𝑜 𝑀𝑎𝑛𝑐𝑎 𝑝𝑟𝑜𝑔𝑒𝑡𝑡𝑜 𝑔𝑟𝑎𝑓𝑖𝑐𝑜: 𝑃𝑎𝑜𝑙𝑜 𝐶𝑢𝑟𝑟𝑒𝑙𝑖, 𝐺𝑎𝑏𝑟𝑖𝑒𝑙𝑙𝑎 𝐶𝑎𝑔𝑛𝑜𝑛𝑖, 𝑂𝑙𝑚𝑜 𝐶𝑢𝑟𝑟𝑒𝑙𝑖 𝑎𝑙𝑙𝑒𝑠𝑡𝑖𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖: 𝑀𝑎𝑡𝑡𝑖𝑎 𝐸𝑛𝑛𝑎, 𝐼𝑣𝑜 𝑆𝑒𝑟𝑎𝑓𝑖𝑛𝑜 𝐹𝑒𝑛𝑢 𝐌𝐨𝐬𝐭𝐫𝐚 𝐚𝐩𝐞𝐫𝐭𝐚 𝐚𝐥 [...]

Ingresso al Parco

Gli spazi aperti del Parco dei Suoni sono visitabili tutti i giorni, l’ingresso è libero.

Biglietteria Spettacoli

Aperta tutti i giorni di programmazione, dalle ore 18.30.

I biglietti per gli spettacoli sono acquistabili anche online.

Ingresso mostre e esposizioni

La modalità di ingresso alle mostre e alle esposizioni, temporanee e permanenti, potrebbe variare.

Maggiori informazioni nelle pagine delle esposizioni.

Contatti

Località Su Cuccuru Mannu, Riola Sardo (OR), Sardegna